Cos'è il Social Business?

Un Social Business è un’impresa sostenibile il cui obiettivo principale non è la generazione di profitto, bensì la risoluzione di un problema sociale. Gli eventuali profitti sono utilizzati per espandere la portata dell’impresa e migliorare il prodotto o servizio.

Il Social Business unisce obiettivi socio-ambientali tipici del Settore Pubblico e delle organizzazioni del Terzo Settore con l’efficienza e la sostenibilità economica di un’impresa tradizionale.
Le risorse investite nel Social Business, diversamente da quelle impiegate in progetti di aiuto o caritatevoli, continuano a generare benefici socio-ambientali grazie all’auto-sostenibilità del Social Business e possono essere recuperate dall’investitore.

L’impresa sociale in Italia

L’impresa sociale è un ente privato che esercita in via stabile e principale un’attività d’impresa di interesse generale, senza scopo di lucro e per finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale.

Quella di impresa sociale è una qualifica che gli enti privati possono assumere se rispettano le disposizioni indicate nel decreto legislativo 112 del 2017 e, in particolare, se svolgono in via principale una delle attività di impresa indicate nel decreto all’articolo 2, comma 1. Le attività svolte “in via principale” sono quelle per le quali i relativi ricavi siano superiori al 70% dei ricavi complessivi dell’impresa sociale. Lo stesso articolo 2, poi, al quarto comma chiarisce che possono acquisire la qualifica di impresa sociale quegli enti privati che hanno come fine l’inserimento lavorativo di lavoratori molto svantaggiati, persone svantaggiate o con disabilità, persone beneficiarie di protezione internazionale e persone senza fissa dimora.

Il decreto legislativo 112/17 stabilisce che le cooperative sociali e i loro consorzi acquisiscono di diritto la qualifica di impresa sociale.

Non possono acquisire la qualifica di impresa sociale le società costituite da un unico socio persona fisica, le amministrazioni pubbliche e gli enti i cui atti costitutivi limitino l’erogazione di beni e servizi ai soli soci o associati.

Hai un’idea di impresa sociale?

“Coltiva la tua impresa!” è il bando che sostiene la nascita e la diffusione di imprese sociali a Pistoia e sul territorio pistoiese attraverso un percorso di accompagnamento per aspiranti imprenditori sociali.
Possono partecipare singoli o gruppi che intendono avviare un’impresa in forma cooperativa sociale di tipo A o B o di impresa sociale ai sensi del Decreto Legislativo 112/2017 che abbia sede legale e operativa nella provincia di Pistoia.

Il Prof. Yunus ha scritto sette principi che ogni Social Business deve seguire:

  1. L’obiettivo dell’impresa è sconfiggere la povertà, o trovare soluzione ai problemi (ad esempio nel campo dell’istruzione, della sanità, dell’accesso alla tecnologia, dell’ambiente) che minacciano le persone e la società, non la massimizzazione del profitto;
  2. E’ finanziariamente ed economicamente sostenibile;
  3. Gli investitori recuperano solo il capitale investito. Nessun dividendo è erogato dopo il recupero della somma investita;
  4. Quando il capitale investito è stato restituito, il profitto generato dall’impresa resta al suo interno e viene utilizzato per finanziarne l’espansione e il miglioramento;
  5. L’impresa è sostenibile dal punto di vista ambientale e si impegna a rispettare l’ambiente;
  6. I lavoratori hanno salari a livelli di mercato e migliori condizioni di lavoro;
  7. “Do it with joy!”
Seven principles of Social Busines handwritten by Muhammad Yunus

"L'Anello mancante del capitalismo"

Fondatore della Grameen Bank e Premio Nobel per la Pace, Muhammad Yunus ha rivestito un ruolo chiave nel condurre, a livello globale, una battaglia contro la povertà. Yunus ha basato questa battaglia sullo strumento del microcredito, valorizzando attività generanti un guadagno tramite piccoli prestiti senza garanzie collaterali.

Promotore dell’idea di social business, impresa senza dividendi né perdite con un obiettivo sociale, il Professor Yunus ha fondato varie imprese in Bangladesh finalizzate all’abbattimento della povertà e favorire lo sviluppo, compresi alcuni servizi di telefonia mobile e altri relativi a educazione, energia e salute. Insieme alla Grameen Bank, Muhammad Yunus ha vinto il Premio Nobel per la Pace nel 2006 per il suo grande impegno nei confronti dello sviluppo economico e sociale.

E’ autore di libri best seller come “Il banchiere dei poveri”, “Un mondo senza povertà: social business e il futuro del capitalismo” e “A world of three zeros”.

Recentemente il Presidente USA Barack Obama lo ha onorato conferendogli la Medaglia Presidenziale della Libertà, il più grande premio civile degli Stati Uniti d’America.

Vuoi fare Social Business?

Scopri le nostre proposte di formazione, consulenza e il programma Social Business City

Inizia ora