social business enterprise impresa start your business palestina palestine ricerca research
Palestina

Start your Business! Creazione di start-up, sviluppo di competenze tecniche e promozione socio-economica di giovani e donne vulnerabili in Palestina

Capofila

VIS – Volontariato Internazionale per lo Sviluppo

Controparti locali

Salesian Technical School – Betlhlehem, Bethlehem University

Partners

Action Aid Italia e Palestina, Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli – CISP, , Comune di Milano, Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa dell’Università di Firenze – DISEI , Institut Européen de Coopération et de Développement – IECD

Ente finanziatore

Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo – AICS

Contesto

Nel 2020 il tasso di disoccupazione in Palestina ha toccato il 26,6% (oltre il 49% Gaza e 14,8% in Cisgiordania), con un tasso di disoccupazione giovanile attorno al 40%, dato che sale al 54% se si considera il gruppo di giovani laureati nella fascia tra i 18 ed i 29 anni.  Il tasso di partecipazione alla forza lavoro ha raggiunto il 65.9 % per gli uomini, mentre il tasso di partecipazione femminile si è ulteriormente aggravato, toccando il 16,1%.

Oltre alla forte instabilità politica ed economica, le criticità del mondo del lavoro sono dovute anche a fattori quali il divario tra l’offerta di formazione e la domanda reale di lavoro, lo scarso accesso al mercato internazionale, la mancanza di servizi di consulenza sul lavoro per i liberi professionisti, la scarsa diversificazione del mercato e l’egemonia dei maggiori centri economici che ad ogni modo non riescono ad assorbire la forza lavoro esistente.

Lo studio realizzato dall’insieme dei partner del progetto Start Your Business ha messo in evidenza che:

  • il tasso di disoccupazione giovanile cresce all’aumentare del grado di istruzione: i diplomati di scuole tecniche e professionali hanno infatti un tasso di disoccupazione minore. Il settore TVET rimane il settore chiave su cui agire per diminuire la disoccupazione;
  • c’è un bisogno di manodopera qualificata tra le imprese palestinesi, specie nelle costruzioni, industria ed energie rinnovabili;
  • esiste una forte carenza di competenze imprenditoriali e manageriali, di conoscenza del funzionamento e la gestione delle aziende. In generale, vi è poca capacità imprenditoriale tra i giovani e quindi poco entusiasmo rispetto all’avvio di un’impresa;
  • la partecipazione delle donne al mercato del lavoro è poco incentivata per ragioni sociali, familiari e culturali, ma può essere superata se l’impiego della donna si rivela redditizio e utile per la famiglia;
  • la conoscenza delle imprese sociali e del social business è molto scarsa, ma lo sviluppo di tale settore potrebbe portare beneficio all’intera comunità, in particolare alle donne;
  • con la dovuta sensibilizzazione e informazione, la comunità locale potrebbe accogliere, promuovere e sostenere la diffusione dell’imprenditorialità, del social business e dell’impiegabilità di donne e giovani vulnerabili.
Obiettivo generale

Dato il contesto, il progetto “Start Your Business” intende facilitare i processi di avvio e rafforzamento di imprese, agendo da un lato sulla preparazione delle risorse umane e dall’altro sulla creazione di condizioni favorevoli all’avvio e all’accompagnamento delle nuove imprese e anche di quelle esistenti che vogliono migliorare la loro performance.

L’intenzione è infatti quella di generare dei benefici per il mercato locale in termini di qualità dell’imprenditoria e di riduzione della disoccupazione nelle aree di intervento. Ponendo un’attenzione per le categorie vulnerabili quali NEET, giovani e donne – accompagnata da azioni di sensibilizzazione, informazione e advocacy – si ambisce anche a generare cambiamenti positivi nella società locale, rendendola più consapevole e più accogliente verso il lavoro femminile, l’integrazione degli esclusi e la creazione di imprese sociali.

Cosa abbiamo fatto?

Il Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa dell’Università di Firenze, con la collaborazione dell’Unità di Economia Sociale di ARCO e lo Yunus Social Business Centre dell’Università di Firenze hanno fornito supporto tecnico-scientifico all’Università di Betlemme e allo Yunus Social Business Centre dell’Università di Betlemme per l’ideazione di programmi di ricerca congiunta su social business ed impresa sociale.

Sulla base delle attività di ricerca, il team lavorerà alla redazione di tre articoli accademici relativi allo stato dell’arte ed al potenziale di sviluppo dell’impresa sociale e del suo ecosistema in Palestina. Il lavoro di ricerca è finalizzato alla localizzazione dei macro-temi dello sviluppo dell’impresa sociale all’interno di un contesto che ha delle caratteristiche socio-economiche e storiche molto peculiari, nonchè alla stesura di un’agenda partecipativa di ricerca che, oltre a contribuire alla letteratura accademica, è volta a colmare il gap informativo che ostacola la creazione di un ecosistema facilitante per imprese sociali in Palestina