Giovani e social business: diventare attori attivi del cambiamento

Posted on ott 31, 2012

Giovani e social business: diventare attori attivi del cambiamento

Giovani e Social Business: diventare attori attivi del cambiamento”, un progetto sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e dalla Fondazione Un Raggio di Luce Onlus all’interno dell’iniziativa “Pistoia prima Social Business City in Italia”,  che intende  offrire ai giovani studenti che frequentano il terzo, quarto e quinto anno delle scuole superiori pistoiesi un’esperienza formativa nuova rispetto a quelle tradizionali offrendo loro le conoscenze di base e gli strumenti per avvicinarsi al mondo dell’imprenditoria sociale (Social Business).

I ragazzi che partecipano al progetto, in tutto circa 260 appartenenti a 6 istituti superiori della Provincia di Pistoia, dopo una breve introduzione dei concetti di Business Sociale e di Microcredito,  analizzeranno in maniera partecipativa i bisogni del territorio Pistoiese e, suddivisi in gruppi e con l’aiuto degli esperti dello Yunus Social Business Centre University of Florence, procederanno alla costruzione di idee di Social Business in risposta a tali bisogni. Le idee di Social Business parteciperanno ad un concorso che vedrà i vincitori volare in Bangladesh a conoscere il Prof. Yunus e i Social Business bengalesi (la metà del viaggio premio potrebbe cambiare a seconda delle esigenze degli studenti e della situazione locale del Paese). Gli ultimi incontri verranno seguiti anche da un operatore per la realizzazione di un documentario finale.

L’obiettivo di questa iniziativa è sì quello di dare ai ragazzi delle nozioni su microcredito e Social Business, ma anche l’opportunità di calarsi per qualche ora nei panni di un imprenditore sociale per cercare di dare risposta ad uno o più  problemi/bisogni della città in cui vivono.  In questo modo potranno sentirsi  soggetti attivi del territorio in cui vivono e protagonisti delle dinamiche di sviluppo locale, cercando di ipotizzare delle  scelte che potrebbero contribuire a cambiare in maniera positiva la società,  creando anche il proprio lavoro futuro tramite forme di auto-imprenditorialità, e chi lo sa, magari proprio diventando imprenditori sociali!