Muhammad Yunus

“L’anello mancante del capitalismo”

Fondatore della Grameen Bank e Premio Nobel per la Pace, Muhammad Yunus ha rivestito un ruolo chiave nel condurre, a livello globale, una battaglia contro la povertà.

Yunus ha basato questa battaglia sullo strumento del microcredito, valorizzando attività generanti un guadagno tramite piccoli prestiti senza garanzie collaterali.

Il Professor Yunus ha ricevuto la laurea in Economia all’Università di Dhaka, in Bangladesh. Brillante studente, ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Economia all’Università di Vanderbilt, ed è diventato Assistant Professor di Economia presso l’Università dello Stato Centrale del Tennesse nel 1969.

Ispirato dall’indipendenza del Bangladesh nel 1971, torna nel suo Paese per entrare a far parte del Dipartimento di Economia dell’Università di Chittagong. Il suo impegno attivo nei confronti della riduzione della povertà, stimolato dalla carestia del 1974, porta alla luce il Programma di Economia Rurale.

Nonostante le pratiche di prestito dei circuiti bancari del tempo opprimessero o semplicemente ignorassero i poveri, il Professor Yunus credeva fortemente che se i poveri ne avessero avuto l’opportunità essi sarebbero stati in grado non solo di ripagare il prestito, ma anche di impiegare il credito nel modo giusto e addirittura di riuscire a venir fuori dalla loro condizione di povertà.

Ciò che cominciò come una piccola attività di prestito di Yunus nei confronti degli abitanti di un villaggio del Bangladesh, crebbe successivamente fino a diventare la strutturata Grameen Bank (che significa Banca del Villaggio).

La Grameen Bank adesso concede prestiti a 7.93 milioni di persone il 97% delle quali sono donne, per un totale di oltre 8,26 miliardi di dollari con un tasso di restituzione prossimo al 100%.

Il Professor Yunus ha fondato varie altre imprese in Bangladesh finalizzate all’abbattimento della povertà e favorire lo sviluppo, compresi alcuni servizi di telefonia mobile e altri relativi a educazione, energia e salute. E’ anche il fondatore di Grameen Trust, che diffonde il sistema di microcredito di Grameen in tutto il mondo. Più recentemente ha cominciato a promuovere l’idea di “social business”, impresa senza dividendi né perdite con un obiettivo sociale, che rappresenta l’anello mancante del capitalismo.

Insieme alla Grameen Bank, Muhammad Yunus ha vinto il Premio Nobel per la Pace nel 2006 per il suo grande impegno nei confronti dello sviluppo economico e sociale. E’ stato premiato anche in numerose altre occasioni, ricevendo onorificenze come il Premio Ramon Magsaysay, il World Food Prize e il Sydney Peace Prize.

E’ autore di libri best seller come “Il banchiere dei poveri” e  “Un mondo senza povertà: social business e il futuro del capitalismo”. Nel suo Paese natale, ha ricevuto il President’s Award, il Premio della Banca Centrale e l’Independence Day award, il più importante premio nazionale.

Recentemente il Presidente USA Barack Obama lo ha onorato conferendogli la Medaglia Presidenziale della Libertà, il più grande premio civile degli Stati Uniti d’America.

Per informazioni su Muhammad Yunus:

http://www.muhammadyunus.org/